Lun. Set 27th, 2021

L’”ORO GIALLO” ECCELLENZA DEL TERRITORIO

Di Valeria Conocchioli

20131104_213547Duro lavoro, tanta passione e armonia con l’ambiente: così nasce un olio D.O.P. Quest’anno l’Azienda Agricola Ciliberti ha ottenuto questo importante riconoscimento di qualità e a parlarcene è proprio il giovane imprenditore agricolo professionale Matteo Ciliberti.

Quale è stato il percorso che vi ha portato fin qui?

È questo il primo anno che gestisco l’azienda a mio nome, ma è già da un po’di tempo che, da impresa a conduzione familiare, ci stiamo adeguando pian piano al mercato puntando soprattutto sulla qualità. In questo modo è stato possibile anche aderire a progetti UE. Attualmente ci avvaliamo di personale molto esperto nella raccolta delle olive e nella potatura e di consulenza tecnica qualificata per garantire genuinità e qualità. La nostra formula è l’equilibrio tra la tradizione, che ci ha portato fin qui e su cui si basa il nostro lavoro, e le nuove tecnologie che ci permettono di ottenere un prodotto sempre più eccellente e competitivo. I nostri oliveti, collocati nella frazione Sant’Andrea di Civitella del Tronto, sono costituiti da oltre 2.500 piante di diverse varietà (leccino, frantoio, dritta e altri generi locali, come la tenera ascolana).

20131103_114331Che tipo di lavorazione vi ha permesso di produrre il primo olio con certificazione D.O.P. delle alte colline civitellesi?

Innanzitutto, come in ogni cosa, sono necessari tanto lavoro e molta esperienza sul campo. Non usiamo trattamenti perché la mosca oleica è assente e sotto le nostre piante lasciamo crescere l’erba. Proprio questa, una volta trinciata insieme allo scarto delle potature, costituisce un vero e proprio concime naturale. Ogni anno la potatura viene controllata da agronomi e la raccolta avviene tramite abbacchiatori. È importante che l’oliva non sia troppo matura e che la molitura avvenga a poche ore dalla raccolta per limitare i processi ossidativi. Utilizziamo inoltre una macinatura e una spremitura a ciclo continuo a freddo per evitare che l’olio, con il calore, aumenti in acidità.

20131214_101327 Quali sono i progetti per il futuro?

Sicuramente vogliamo continuare a puntare sulla qualità, con un occhio sempre rivolto alla tradizione e a quelle piccole accortezze tramandate nell’ambiente familiare. Attualmente produciamo poco più di trenta quintali di olio l’anno ma abbiamo un bel progetto in cantiere. Siamo stati contattati dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno per produrre, il prossimo anno, un monovarietà di tenera ascolana, oliva molto delicata. Ne dovrebbe derivare un olio leggerissimo, molto apprezzato soprattutto nei paesi del Nord Europa.

 A questo punto è proprio il caso di dire che anche Civitella ha finalmente il suo olio D.O.P.

 1,952 total views,  1 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *