Dom. Set 26th, 2021

Martinsicuro: Vagnoni punta il dito sulla scarsa promozione strategica del territorio

Zona rossa Martinsicuro: Vagnoni “Regione riveda ordinanza”

massimo-vagnoniSuccesso per  la 26esima edizione di Ecotur 2016, la Borsa internazionale del Turismo Natura , ospitata nel villaggio turistico Salinello a Tortoreto, che anche quest’anno ha chiuso in positivo con  la presenza di 50  tour operator da 12 Paesi europei, richiamando a sé la presenza massiccia di operatori del settore da tutta Italia. L’evento ha suscitato riflessioni e reazioni da parte dell’opposizione di Martinsicuro che punta il dito sulla scarsa promozione strategica del proprio territorio. Ad intervenire su vari punti è Massimo Vagnoni, consigliere di minoranza del Comune di Martinsicuro.

“Ecotour 2016 è stato un bell’esempio di promozione strategica e dovrebbe insegnarci qualcosa e farci fare un po’ di autocritica. Possibile che la nostra Città non possa aspirare a qualcosa di meglio rispetto a quanto fatto sinora? Siamo sicuri di aver fatto tutto il possibile per preparare al meglio la nostra Città alle festività Pasquali ? Pensiamo veramente che una pulizia approssimativa delle spiagge e del lungomare, con i cumuli ancora ben visibili, sia stato un bel biglietto da visita per chiunque avesse scelto il nostro territorio in questi giorni?”
Su questi aspetti, senza polemiche, ma con sana autocritica pone l’accento Vagnoni  suggerendo di prendere esempio da altre realtà come Tortoreto e Civitella del Tronto che investono sulla promozione del territorio tutto l’anno, non limitandosi ad una comunque approssimativa manutenzione.

“Tenere chiuso da 4 anni un Museo Archeologico (Torre Carlo V)- conclude Vagnoni-  che poteva rappresentare una importante attrattiva, l’ennesima chiusura del Ponte sul Vibrata (i cui lavori ben potevano e dovevano essere programmati per tempo) e l’assenza di qualsiasi programmazione di eventi fuori stagione che facessero da contorno ai giorni di festa, rappresenta il vero punto debole di una amministrazione che, invece di scaricare le proprie responsabilità sulla burocrazia, dovrebbe comprendere l’importanza di una visione strategica e strutturale della promozione del proprio territorio. Auspico un imminente cambiamento di rotta”.

 835 total views,  1 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *