Dom. Set 26th, 2021

La golosa compagnia dei confratelli del pecorino

Attiguo all’ ufficio deputato alla riscossione dei diritti d’autore, il suo titolare, Giuseppe Maretti, ha allestito una biblioteca d’abruzzesistica, che conta un numero considerevole di opere, anche molto rare e nelle edizioni originarie, mostrate con orgoglio ad amici e clienti. La stanza, però, non è solo luogo di cultura; spesso ospita degli aperitivi, che permettono di apprezzare una selezione variegata di vini, tra cui il Pecorino, prodotto nelle tante cantine del territorio vibratiano, e non solo. A fare compagnia a questo prezioso e generoso nettare è, spesso, un altro pecorino, il formaggio.

Ambedue i prodotti oggi sono patrimoni della cultura enologica e gastronomica della Val Vibrata. Il primo, adesso molto di moda, è un vino che si produce da un vitigno autoctono delle Marche e dell’Abruzzo, quasi scomparso dalla circolazione e recuperato solo pochi decenni fa. Il suo nome ha origini incerte. Secondo qualcuno, sarebbe legato all’ allevamento ovino e, in particolare, alla transumanza, perché sembra che, durante i loro spostamenti, le pecore gradissero molto nutrirsi dei grappoli di quest’uva, che, per sua natura, era matura già a settembre, mese in cui, come recitano i famosi versi di D’Annunzio, iniziava la loro migrazione verso la Puglia.

Nello studio di Maretti, questo vino non accompagna solo il formaggio di pecora, che pure vanta una vecchia tradizione locale; si degustano anche altre prelibatezze, scovate sul territorio dagli amici che fanno parte della combriccola. Questa, nel giro di poco tempo, è diventata sempre più numerosa, tanto da poter essere considerata una vera “Confraternita”, naturalmente del “pecorino”, inteso sia come vino sia come formaggio; essa, secondo il suo goliardico statuto, pone al primo posto il piacere della gola, de lu cannucce, come ama dire un sodale, e, in subordine, anche della mente e dell’anima, che del primo sono lo specchio.

 1,151 total views,  2 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *