Ven. Giu 18th, 2021

Giulianova, successo per il Festival Internazionale di Bande Musicali

Mario Orsini e Sindaco premiano il GiapponeLa 17° edizione del Festival Internazionale di Bande Musicali che si è svolta a Giulianova dal 1 al 7 giugno è stato un evento di grande spessore nazionale e internazionale e gli obbiettivi su cui il comitato del festival ha lavorato con grandi sacrifici sono stati raggiunti con maestria e con risultati artistici e qualitativi inaspettati” Lo ha scritto Andrea D’Erme, manager Internazionale di Bande, in una lettera inviata agli organizzatori all’indomani della chiusura del Festival.

Un successo sottolineato anche dal grande pubblico presente a tutti gli spettacoli, compreso il concerto della Banda Musicale della Polizia di Stato che si è tenuto martedì 7 giugno e che è stato applaudito da oltre mille persone.

 E in effetti è stata un’edizione da record, come sottolinea il patron Mario Orsini: “Abbiamo avuto 14 Bande per un totale di oltre mille presenze tra musicisti e accompagnatori. Altre duemila presenze sono state totalizzate per il 1° Mediterranean Gran Prix il concorso nazionale per Majorettes che ha richiamato gruppi da varie regioni italiane per le competizioni che si sono svolte il 4 e il 5 giugno. Quattordici alberghi coinvolti nell’accoglienza tra Giulianova, Roseto e Tortoreto, oltre ai campeggi dove hanno  soggiornato i camperisti arrivati da tutta Italia per seguire l’evento”. Come da record sono le misure del palco, 16×14 metri,  allestito dal direttore organizzativo Francesco Rastelli  per gli spettacoli dei gruppi con più di 70 elementi.

“Nel nostro Festival la musica è regina- dice il vice presidente Gianni Tancredi – e il concorso di Majorettes ha dato un sapore speciale così come il concorso italiano per bande che vogliamo far crescere  per far conoscere ancora di più  Giulianova e ingenerare  risultati importanti in termini di presenze e di notorietà di genere”.

 Grande il successo per gli  special Guest, la banda di Amaseno e la Banda della Polizia di Stato, ingredienti importantissimi per richiamare l’attenzione del grande pubblico.

 I partecipanti al concorso internazionale hanno contribuito  ad arricchire il programma con la qualità e la diversità della proposta artistica musicale.  La banda del Giappone si è rivelata una grande stella artistica ed ha contribuito al successo del festival in modo determinante e poi sono state tante le sorprese come la qualità espressiva del gruppo della Polonia di Mikanow, così come tutte le altre formazioni presenti hanno contribuito in qualità e varianza del programma a elevare il livello della manifestazione. Molto importante anche il contributo da parte della giuria tecnica e l’assistenza del segretario nazionale Ambima Andrea Romiti e della componente della consulta artistica Ambima Monica Rizzi.

Ora si guarda già alla prossima edizione e si pensa alla strutturazione  del palinsesto programmatico del festival puntando sempre alla qualità e alla varietà delle proposte.

1,616 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *