Gio. Ott 21st, 2021

Sicurezza ponti e strade: i sindaci della Val Vibrata chiedono documenti

Care Family First, finanziato dalla Regione il progetto dell'Unione dei Comuni

Una nota alle istituzioni Politiche  nazionali, regionali, provinciali ed  alle Società che gestiscono la rete stradale e autostradale,  al fine di conoscere lo stato di conservazione  e  l’idoneità  strutturale  delle  infrastrutture  stradali e autostradali

VAL VIBRATA In seguito alla tragedia del Ponte Morandi a Genova del 14 agosto, il Presidente dell’Unione di Comuni, Pietrangelo Panichi, d’intesa  con i colleghi Sindaci della Val Vibrata, ha inviato ieri  una nota alle istituzioni Politiche  nazionali, regionali, provinciali ed  alle Società che gestiscono la rete stradale e autostradale,  al fine di conoscere lo stato di conservazione  e  l’idoneità  strutturale  delle  infrastrutture  stradali e autostradali del territorio della Val Vibrata.

A tal proposito il Presidente Panichi dichiara:

“Subito dopo i tragici fatti di Genova, c’è stato un continuo confronto con tutti i colleghi Sindaci della Val Vibrata che ha avuto sintesi nella richiesta congiunta per l’acquisizione di documentazione utile al monitoraggio, pur considerando che la competenza d’intervento risulta in capo agli enti sovracomunali. Il nostro intento è quello di approfondire, nel più’ breve tempo possibile, importanti aspetti, essenziali alla sicurezza pubblica, confidando nella collaborazione degli enti proprietari dei manufatti”

Nella nota, il Presidente Panichi  richiede inoltre una relazione tecnica sullo stato di “salute” delle infrastrutture  del territorio e invita gli Enti competenti  a porre in essere tutte le verifiche  necessarie.

 

 1,045 total views,  1 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *