Sab. Set 25th, 2021

Sant’Omero, Pompizi attacca: “Sanità pubblica teramana verso lo sfascio”

Sant'OMero, Pd Val Vibrata: “L’Ospedale cenerentola della Provincia"

SANT’OMERO Non si ferma la polemica sulla riorganizzazione e ridimensionamento  della sanità teramana. A parlare è , ancora una volta,  l’ex sindaco di Sant’Omero, Alberto Pompizi

“Mentre si gioca a poker sul numero di ospedali da chiudere (tre, due, quattro)  per fare  un solo ospedale nella nostra provincia, l’Assessore Regionale alla Sanità, nelle due province vicine (Pescara e Chieti), ha finanziato di recente altri 5/6 nuovi ospedali (Vasto, Lanciano, Avezzano, Sulmona, Penne e Chieti) portando il loro numero dagli attuali 27  a ben 33 ospedali  per le due province di Pescara e Chieti (AVETE CAPITO?? Ma non si doveva fare un solo ospedale in ogni provincia?) che hanno  complessivamente soltanto  550 mila abitanti contro i 310 mila di Teramo  che vede sul suo territorio solo  QUATTRO  ospedali pubblici (in pratica uno ogni 70/80 mila abitanti senza contare che durante l’estate la popolazione raddoppia). Davvero abbiamo delegato la cura dei nostri cittadini alle cliniche private marchigiane ed a quelle pescaresi? E’ questo il Nuovo Piano Sanitario Regionale”?.

“Nel  frattempo, non contenti- continua Pompizi-   hanno affossato e continuano ad indebolire i quattro ospedali  teramani non riassumendo nuovi medici e infermieri  in sostituzione di coloro che si sono  trasferiti  o  sono andati in pensione.Gli stessi reparti per acuti (a cominciare dai Reparti  Chirurgici) stanno subendo giorno per giorno continue riduzioni di personale medico.   Basta dire che nel Reparto Chirurgia di Teramo mancano ben tre medici  mentre ad Atri e Giulianova non riescono neanche  a coprire i turni ed a Sant’Omero  i pochi medici in organico dovranno fare i turni in altri presidi ospedalieri”.

“Molti sono i chirurghi andati in pensione, trasferiti  o vincitori di concorso che mancano nei quattro reparti- dichiara l’ex sindaco di Sant’Omero-  In tutto i chirurghi mancanti (tra chirurghi, ortopedici ed altro) sono circa diciannove. Senza parlare dei reparti internistici dove mancano circa ventitré medici. Senza nuovo personale si rischia la chiusura di diversi reparti e ridimensionamento di ulteriori posti letto. Gli ospedali esistenti devono funzionare e per fare questo occorre personale medico ed infermieristico.  Ma la botta finale è stata data nei  quattro ospedali  dai limiti orari massimi settimanali imposti ad ogni medico. Si contravviene al rispetto della Legge Europea entrata in vigore da qualche mese ed al CCNL. Come dire “Tanto peggio tanto meglio” ed i sindacati tacciono …la sola CGIL si è lamentata  ma più sul non rispetto di alcuni articoli del  contratto di lavoro

“Nel frattempo non possono essere assunti medici a tempo determinato in attesa che vengano espletati concorsi? Perché non si attinge ad un “Avviso pubblico provvisorio”, dove vi è una valida graduatoria? Ma la cosa più grave è che da un anno e mezzo è stato BLOCCATO  (inspiegabilmente e misteriosamente)  un concorso per  Medici chirurghi a cui hanno partecipato oltre 150 professionisti.  Come mai avviene tutto ciò senza che nessuno intervenga ? Ma ormai molti parlano…chi deve avvantaggiare queste manovre di basso profilo fatte sulla pelle dei teramani?”

Per tale motivo  si chiede al Prefetto ed ai Consiglieri  Regionali e all’Assessore Pepe di intervenire a tutela della Salute Pubblica che ora più che mai  è messa in pericolo- conclude Polpizi- Da aggiungere che tra qualche giorno nei quattro ospedali inizieranno i turni di ferie mentrele nostre spiagge si riempiranno (speriamolo) di  turisti ai quali si dovrà  offrire un  servizio sanitario che in anni addietro era il migliore della nostra regione. Questo gioco al massacro è già costato alla ASL teramana ben  26 milioni di euro di riduzione (e girati e divorati  alle altre ASL in Abruzzo) mentre oltre  60 MILIONI DI EURO vengono “regalati?” alle cliniche private marchigiane ed abruzzesi con una mobilità passiva senza più nessun controllo… BASTA!!MA NON VI VERGOGNATE?”

 1,369 total views,  2 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *