L'Istituto Comprensivo di Corropoli incontra il giudice Luciano Costantini
Home CULTURA /SPETTACOLO L’Istituto Comprensivo di Corropoli incontra il giudice Luciano Costantini

L’Istituto Comprensivo di Corropoli incontra il giudice Luciano Costantini

L’Istituto Comprensivo di Corropoli incontra il giudice Luciano Costantini
0
0

Il dovere della memoria. Chi era Paolo Borsellino. Il giudice Luciano Costantini incontra gli studenti dell’istituto comprensivo di Corropoli

CORROPOLI L’Istituto Comprensivo “Corropoli-Colonnella-Controguerra”, guidato dalla Dirigente Scolastica Manuela Divisi, anche per l’a.s. 2018/2019 riunisce tutti gli studenti e le famiglie intorno al tema della Legalità, da anni declinato con passione e competenza in tutte le attività didattiche e formative dell’Istituto scolastico vibratiano. “Il dovere della Memoria. Chi era Paolo Borsellino” è il titolo scelto per l’incontro nato grazie alla XXIII edizione del Premio Nazionale “Paolo Borsellino” e che si realizzerà giovedì 18 ottobre 2018, alle 10, nel Cineplex “Arcobaleno” di Colonnella.

A pochi mesi dalla scomparsa di Rita Borsellino, sorella del noto giudice, l’iniziativa chiama gli alunni, gli insegnanti e i genitori a riflettere sul tema della lotta alle Mafie attraverso il ricordo della figura di Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia il 19 luglio 1992 in via D’Amelio a Palermo, insieme ai suoi cinque agenti della scorta. A raccontare la storia dell’importante e coraggioso magistrato, simbolo della lotta a Cosa Nostra insieme al suo collega Giovanni Falcone, l’I.C. di Corropoli chiama il giudice Luciano Costantini, che fu collega di Borsellino e che conobbe quando era a Marsala.

Oltre all’ospite d’eccezione, interverranno all’evento: la dirigente scolastica Manuela Divisi, la vicaria e referente “Area Legalità” Alessandra Angelucci, il giornalista Antonio D’Amore e l’avvocato Paolo Panzieri. Precederanno i saluti di Umberto D’Annuntiis, Sindaco di Corropoli, Leandro Pollastrelli, Sindaco di Colonnella e Franco Carletta, Sindaco di Controguerra.

@LucianoCostantini: classe 1962, dal 1991 al 1994 ha svolto le funzioni di sostituto procuratore della repubblica presso il Tribunale di Marsala (TP) con applicazioni alla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Dal 1995 al 2004 ha svolto le funzioni di sostituto procuratore della repubblica presso il Tribunale di Pistoia con applicazioni alla Direzione distrettuale antimafia di Firenze. Dal 2005 al 2015 ha svolto le funzioni di giudice presso il tribunale di Pistoia prima nella sezione civile e dal 2007 nella sezione penale. Dal 29 settembre 2015 è presidente della sezione penale del Tribunale di Siena. Fino alLuglio 2016 ha esercitato le funzioni di Presidente del Tribunale in assenza del titolare. Si è occupato, e si occupa tuttora, di insegnamento, presso l’università di Siena e di Firenze e presso la scuola di formazione forense “Cino da Pistoia” su temi di diritto penale e di procedura penale. È anche relatore nel master in tecniche dell’investigazione organizzato annualmente dal dipartimento di diritto pubblico della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Siena nella materia delle intercettazioni telefoniche. Dal 2002 tiene docenze periodiche in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro – profili penali – in corsi organizzati da vari ordini professionali della toscana, enti locali e enti privati destinati a professionisti e funzionari pubblici. Costantini ha curato il commento agli artt. 496-524 e 549-567 del codice di procedura penale edito da Cedam nel 2012.

774 Visite totali, 1 visite odierne

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *