Tortoreto, denunciato autotrasportatore e negoziante per frutta sottratta
Home DAL TERRITORIO Tortoreto, denunciato autotrasportatore e negoziante per frutta sottratta
Tortoreto, denunciato autotrasportatore e negoziante per frutta sottratta

Tortoreto, denunciato autotrasportatore e negoziante per frutta sottratta

0
0

L’autotrasportatore in più di un viaggio nel periodo natalizio avrebbe “deviato” sul percorso sud/nord in direzione cittadine del Veneto e della Lombardia, per raggiungere Teramo

TORTORETO Nella serata di venerdì 29 dicembre , il titolare di una Cooperativa agricola di Troia (FG), infornava la Questura dei propri “sospetti” sulla condotta di un autotrasportatore dipendente che, verosimilmente, si era appropriato negli ultimi giorni di un consistente quantitativo di frutta (pere, banane e mele), sottratte da carichi destinati a negozi del nord Italia, della cui mancanza lo stesso non riusciva a dare alcuna contezza,

L’autotrasportatore, peraltro, in più di un viaggio nel periodo natalizio avrebbe “deviato” sul percorso sud/nord in direzione cittadine del Veneto e della Lombardia, per raggiungere Teramo.

La Volante, unitamente ad Agenti della Squadra Mobile, attivavano immediatamente ogni utile accertamento circa quanto segnalato,

I poliziotti dell’ufficio investigativo riuscivano a ricostruire in poco tempo il percorso realmente effettuato dal camion condotto dal citato autotrasportatore nella giornata di venerdì, avendo conferma della  presenza in Teramo proprio poche ore prima della segnalazione ricevuta dal titolare della Cooperativa.

E’ stato così che i poliziotti hanno  potuto individuare  l’esercente a cui P.D., quarantenne di Tortorteto, aveva scaricato, per un prezzo assai minore rispetto a quello previsto, la frutta “sottratta”.

Alla richiesta di documentazione circa la giacenza nel suo negozio della frutta “ segnalata”, S.A., trentenne cittadino extracomunitario, in realtà non riusciva a dare seguito. Sono risultati quindi privi di regolare bolle e fatture  225 kg. di pere (“Angelys”), 360 kg. di banane (“Chiquita”)  e 700 kg. di mele (“ Fuji”) che l’esercente doveva ammettere essere state pagate all’autotrasportatore “un terzo” del normale prezzo di mercato, cosa che consentiva conseguentemente di vendere al minuto a “prezzo più che concorrenziale”.

Gli Agenti della Squadra Mobile, dopo aver sequestrato e restituito la merce illecitamente sottratta alla Cooperativa produttrice, hanno segnalato alla Procura della Repubblica l’autotrasportatore per appropriazione indebita e l’esercente della rivendita di frutta per ricettazione.

853 Visite totali, 1 visite odierne

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *