Mer. Gen 20th, 2021

Torano Nuovo: il paese del Gusto

Vincenzo Buonassisi,  il giornalista enogastronomico della Rai, in visita a Torano Nuovo nei primi anni ’70, lo definì per il pregio dei suoi vini: “La Capitale del Montepulciano d’Abruzzo”. Prima di lui, ce ne informa Plinio e Annibale che si servì di questi vini per curare i suoi cavalli reduci dalla battaglia del Trasimeno.

La storia di Torano Nuovo è la storia delle eccellenze enogastronomiche. Negli anni tante testate nazionali ed internazionali hanno descritto le bontà di questo paese. Dal  farro alla  saragolla fino ad arrivare  ai famosi insaccati che stagionano in maniera ottimale grazie all’aria sopraffina delle cime appenniniche.

La fertile e generosa terra di Torano Nuovo si caratterizza anche per la presenza di nove pregiate cantine vinicole. Tutto il terreno delle colline toranesi , lavorato con estrema cura dalle mani callose di esperti contadini, è costellato dalla coltivazione della vite.

Inoltre molto rinomata è sicuramente la grande cucina Toranese che sfrutta i prodotti tipici del luogo e l’esperienza delle massaie di un tempo.

Per chiudere in bellezza nel mese di agosto, nella quiete della calda estate toranese non può di certo mancare l’imperdibile appuntamento  con la sagra, quella caratteristica tavola enogastronomica allestita dalle cuoche locali e alla quale prendono posto oltre 80mila buongustai ogni anno.

929 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *