Mar. Gen 19th, 2021

                                                         A cura di Laura Grimaldi

   Carbone dolceCarbone dolce

Ingredienti

500 gr di zuccchero

100 gr di zucchero a velo

1 albume

1 cucchiaio di alcool puro

Colorante nero

Procedimento

Mettete 300 gr di zucchero in una pentola di acciaio dal fondo spesso (non antiaderente), coprite con acqua fredda e mescolate in modo che si sciolga, quindi fate cuocere a fuoco medio per 10-15 minuti fino ad ottenere un caramello biondo. Montate l’albume in una ciotola, aggiungete lo zucchero rimasto e quello a velo, poi l’alcool e una punta di colorante e mescolate bene. Versate il composto nella casseruola con il caramello, mescolate bene e fate cuocere a fuoco dolce fino a farlo gonfiare per effetto dell’alcool. Trasferite l’impasto ottenuto in uno stampo da plum cake foderato con alluminio, livellate con una spatola e lasciatelo raffreddare completamente prima di sformarlo e tagliarlo a pezzi.


Li Lebbrit

Li lebbritIngredienti

Fichi bianchi secchi

Cioccolato fondente

Mandorle e/o noci

Caffè in polvere

Anisetta e/o altro liquore dolce

Canditi di frutta varia

Zucchero a velo

Procedimento

In estate vengono colti i frutti maturi, aperti e messi a seccare su graticci; una volta essiccati vengono conservati in un luogo fresco fino all’autunno.

Sul fondo di uno stampo rettangolare  largo 10×15 e alto 5 cm formate un primo strato di fichi, debitamente aperti, con la parte esterna rivolta verso il basso cosparso di cioccolato tritato; componete un secondo strato di mandorle, precedentemente lessate per 2 o 3 minuti, tostate e tritate finemente; aggiungete i canditi, un cucchiaino di anisetta e con la mano distribuite uniformemente un pizzico di caffè. Procedete a formare altri strati fino a riempire lo stampo facendo attenzione a finire con uno strato di fichi. Posizionate l’apposito coperchio sopra quest’ultimo e pressate il dolce con il torchietto. Togliete lo stampo, cospargete con zucchero a velo, disponete una foglia d’alloro al centro e avvolgete con la carta oleata fermata da uno spago. Riponete in un luogo fresco e asciutto per 15-20 giorni.

Tagliato a fettine, è servito durante le festività natalizie accompagnato da vino cotto o passito.

                                       Sassi d’Abruzzo o mann’l atterrat

Sassi d'AbruzzoIngredienti

200 gr di mandorle

200 gr di zucchero

1\2 bicchiere d’acqua

2 cucchiai di cacao in polvere

Un pizzico di cannella

 

Procedimento

Tostate le mandorle e unite in una padella gli altri ingredienti girando continuamente con un cucchiaio di legno fino a quando l’acqua non sarà completamente evaporata e lo zucchero non inizierà a cristallizzare poi spegnete il fuoco e disponete le mandorle su un pezzo di carta forno o su un piano di marmo distanziate tra di loro e aspettate che si raffreddino completamente. Si conservano per molto tempo in un posto non troppo umido.

Esistono alcune varianti di questa ricetta molte delle quali dipendono da tradizioni familiari, la prima sta nella scelta di utilizzare mandorle spellate o meno. Altri aggiungono la scorza grattugiata di mezzo limone o un pizzico di noce moscata. Alcuni, per rendere scuro e aromatizzato il rivestimento, aggiungono altri ingredienti come un po’ di liquore o caffè.

                                                                              Croccante

croccanteIngredienti

300 gr di mandorle

2 cucchiai d’acqua

1 cucchiaino di succo di limone

350 gr di zucchero

Procedimento

Sbollentate le mandorle buttandole in una pentola con acqua bollente e lasciandovele per un paio di minuti, pelatele e tostatele in padella. In una casseruola versate lo zucchero l’acqua, il succo di limone e fate sciogliere a fuoco lento, girando ogni tanto con un cucchiaio di legno. Lo zucchero dovrà completamente sciogliersi fino a diventare di un bel colore biondo: fate attenzione a che non diventi scuro. Intanto tritate grossolanamente una parte di mandorle, lasciando intera l’altra metà. Quando lo zucchero sarà pronto, spegnete il fuoco, versate le mandorle e continuate a girare per amalgamare il tutto. Versate immediatamente il composto su un piano di marmo unto o su un foglio di carta oleata. Livellate bene il composto per dargli lo spessore desiderato aiutandovi con la lama di un coltello. Lasciate raffreddare e, prima che si solidifichi del tutto, tagliate a losanghe o a barrette con un grosso coltello e lasciatelo indurire.

Alcuni, prima di tagliare il croccante ci strofinano sopra una arancia o un limone interi sia per livellarlo meglio sia perché la buccia degli agrumi rilasci un aroma gradevole. Fate attenzione: con il caldo lo zucchero caramellato tende a sciogliersi per cui riponete il dolce in un luogo fresco e asciutto.

1,786 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *