Lun. Ott 14th, 2019

Provinciale 52 Valle Castellana, partono i lavori di sistemazione

Valle Castellana entra nell’anagrafe nazionale della popolazione residente (anpr)

Valle castellana: la protezione civile si e’attivata sulla sp52. i lavori di sistemazione dovrebbero partire entro una quindicina di giorni

 

VALLE CASTELLANA Il Sindaco di Valle Castellana, Camillo D’Angelo, ci tiene a rassicurare il Consigliere di opposizione, Vincenzo Esposito, che la situazione inerente la SP52 è tenuta sotto strettissimo controllo da parte dell’Amministrazione comunale.

La minoranza, come suo solito, non è attenta nell’osservare quelle che sono le dinamiche di recupero e di ricostruzione del nostro territorio, infatti la Protezione Civile regionale si è attivata dopo appena tre giorni dalla chiusura della strada e ha predisposto tutta la documentazione amministrativa e tecnica per ripristinare la sua apertura nel più breve tempo possibile” spiega il primo cittadino di Valle Castellana. “Per questo non posso che ringraziare il Direttore della SMEA, Struttura di Missione per le Emergenze, Antonio Iovino, ed il Dirigente del Servizio del Genio Civile regionale, Giancarlo Misantoni, che hanno attivato in tempi celeri le strutture di competenza. Queste stanno svolgendo tutte le procedure di monitoraggio geologico e geotecnico, attività che purtroppo richiedono una tempistica prestabilita ed inderogabile. Contiamo, dalle rassicurazioni che ci sono state fatte, che entro una quindicina di giorni possano partire gli importanti interventi previsti e concordati da Comune di Valle Castellana e Provincia di Teramo”.

Resto a disposizione del Consigliere Esposito per qualsiasi chiarimento e lo invito, in futuro, a contattarmi quando ha qualche dubbio riguardante le attività del nostro Comune, sarò lieto di fugarli, così magari eviteremo di far girare informazioni non proprio esatte e che possono solo creare danno di immagine, e turistico, al nostro territorio che di danni ne ha già subiti tanti negli ultimi anni a causa di calamità naturali, spopolamento e quant’altro” conclude Camillo D’Angelo.

83 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *