Lun. Ott 14th, 2019

Martinsicuro, regata storica dei tipici battelli a tre remi

Martinsicuro, regata storica dei tipici battelli a tre remi

L’appuntamento è per mercoledì 14 agosto, con inizio alle ore 10:00 sul Lungomare Europa, nello specchio d’acqua antistante la zona Nord della Città

 

MARTINSICURO Si ripete, come da tradizione, alla vigilia di Ferragosto lo storico appuntamento sulle spiagge martinsicuresi con la Regata Storica dei tipici battelli a tre remi. L’appuntamento è per mercoledì 14 agosto, con inizio alle ore 10:00 sul Lungomare Europa, nello specchio d’acqua antistante la zona Nord della Città (partenza molo Sud, si arriverà alla Rotonda Las Palmas De Gran Canaria dove si girerà e si tornerà indietro fino ad arrivare in direzione dell’Hotel Sympathy dove si terranno le premiazioni), con la 22° edizione di questa disfida, in acqua i tipici battelli a tre remi, fedele riproduzione delle antiche imbarcazioni dei pescatori truentini, e 6 squadre in rappresentanza degli storici quartieri di Martinsicuro e Villa Rosa.

Come ogni anno l’evento viene organizzato dall’Associazione Rematori di Martinsicuro con il patrocinio del Comune di Martinsicuro. “La Regata Storica dei tipici battelli a tre remi è uno dei simboli della tradizione marinara del nostro territorio, un momento molto sentito e vissuto dai nostri concittadini perché consente una riscoperta di quelle radici comuni tra la nostra gente, oltre ad essere diventato, negli anni, un evento che attira tanti appassionati e turisti, per uno spettacolo unico nel suo genere” sottolineano il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, il Consigliere delegato alla Partecipazione e Decentramento dei Comitati di quartiere, Umberto Tassoni, ed il Consigliere delegato allo Sport, Alessandro Casmirri.

Mediante la sfida tra le imbarcazioni dei quartieri storici della nostra Città si punta anche a promuovere l’importante attività remiera, molto sentita a Martinsicuro ed a Villa Rosa, ed a tramandare alle nuove generazioni quella che è per tutti la tradizionale “voga truentina”, ovvero la remata tipica dei pescatori del secolo scorso, che si realizzava nel battello a tre remi grazie a due prodieri posizionati a prua e un poppiere a poppa, che fungeva anche da timoniere dell’imbarcazione” concludono Tassoni e Casmirri. “Invitiamo tutta la cittadinanza ed i turisti a partecipare numerosi e non possiamo che fare un enorme in bocca al lupo alle squadre ed ai rematori che si sfideranno per portare a casa, ed al proprio quartiere, l’ambito titolo di campione”.

264 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *