Lun. Ott 14th, 2019

Marketing territoriale a Torano Nuovo

A cura di Eliana Biancucci

Il Salumificio Costantini dedica una linea di prodotti al “Paese del Gusto”

Ci sono voluti due anni per curare nel minimo dettaglio la qualità, ma ora finalmente i salumieri della famiglia Costantini hanno lanciato la nuova linea d’eccellenza: sette prodotti  tutti legati da un filo comune, il nome di Torano Nuovo, e presentati dal portavoce dell’azienda Luciano Costantini e dal consulente marketing Mario Serafini.

Un’iniziativa di marketing territoriale, la prima del suo genere in Val Vibrata, nata dall’ idea dell’azienda Costantini di unire il proprio nome a quella di Torano, il “Paese del Gusto” nel quale il Salumificio opera da più di 60 anni, e accolta con grande entusiasmo dall’ amministrazione comunale e dal Sindaco Dino Pepe. È così che sono nati i sette nuovi prodotti tra cui il prosciutto denominato “il Conte di Torano” rappresenta il fiore all’ occhiello della linea. Un connubio che si muove nella direzione di promuovere il territorio, e che permetterà alla famiglia Costantini di essere messaggera delle eccellenze di Torano Nuovo attraverso i suoi prodotti. Una tecnica innovativa per la promozione turistica del territorio che contribuirà a valorizzare il paese proprio per le sue peculiarità, le eccellenze enogastronomiche.

Alla sua presentazione l’iniziativa del Salumificio Costantini ha raccolto elogi da più parti, con i Consiglieri Regionali Giuseppe Di Luca e Emiliano Di Matteo che si sono auspicati che il progetto  sia un esempio seguito al  più presto anche dagli altri comuni della Val Vibrata. Come il “Paese del Gusto,” tutti i territori vibratiani avrebbero bisogno, per uscire dalla crisi, di instaurare rapporti di reciproco scambio con le loro aziende e di capire che il modo migliore per progredire non è quello di affannarsi a trovare nuove risorse, bensì quello di imparare a valorizzare al meglio le ricchezze che già si posseggono.

1,502 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *