Gio. Feb 27th, 2020

Marineria – Pepe: “La Regione ha fatto tre volte il suo dovere”

Caccia, Pepe:“Nel 2017 risultati positivi dall’attività di controllo cinghiale”

PEPE2 “Capita che politici di lungo corso, come Febbo-Sospiri, possano fraintendere i fatti. E’ la considerazione più benevola che si possa fare sulla vicenda legata al sostegno alla Marineria di Pescara”.

E’ la replica che l’assessore regionale alla Pesca, Dino Pepe, rivolge ai consiglieri regionali Febbo e Sospiri.

 “Evidentemente – osserva Pepe – qualcosa non funziona, oppure non ha funzionato, nella comunicazione tra i due e la Marineria pescara. Dopo un silenzio interrotto lungo due anni, infatti, non si può negare che l’aiuto è stato immediatamente attivato dalla Giunta D’Alfonso all’atto del suo insediamento ed è andato avanti, con grande soddisfazione degli interessati, fino a febbraio 2016. La sentenza adottata due settimane fa dal Consiglio di Stato non è stata contro atti emessi dalla Regione, bensì – aggiunge l’assessore Pepe –  a favore di questi ultimi: il Consiglio di Stato non ha censurato né il Dipartimento Politiche dello sviluppo rurale e della pesca, né il suo Direttore; ha sancito solo l’erroneità della decisione del Tar Pescara che aveva mal interpretato la direttiva comunitaria di approvazione dell’aiuto, bloccandone l’erogazione.

La Regione ha fatto il suo dovere – incalza l’assessore Pepe – perché ha portato avanti l’aiuto, e questo Febbo lo sa, anche se non ha, per così dire, seguito gli sviluppi; ha proposto ricorso al Consiglio di Stato su una sentenza che penalizzava molti beneficiari; ha riattivato l’aiuto il giorno stesso in cui si è avuta contezza della sentenza favorevole. Chi ha avuto responsabilità di governo – ha concluso Pepe – ha il dovere di informarsi: non solo per evitare brutte figure, ma anche per svolgere con intelligenza e spirito di servizio la sua funzione critica”.

766 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *