Mer. Giu 19th, 2019

Degrado stazione ferroviaria Alba Adriatica, Pantoli scrive al sindaco e chiede assemblea pubblica

Il presidente della Pro Loco Pantoli richiede convocazione di un’Assemblea pubblica davanti alla Stazione Ferroviaria

ALBA ADRIATICA I cittadini che denunciano tramite i social sono considerati dal Sindaco “DETRATTORI (chi cerca di nuocere alla reputazione di qualcuno con la maldicenza.dal vocabolario Treccani) i quali amplificano lo stato delle cose senza fare proposte ” (Dichiarazioni del Sindaco). Questo lo sfogo sui social del presidente della Pro Loco di Alba Adriatica Renato Pantoli in merito allo stato  di degrado, ormai da anni,  della stazione ferroviaria

Di seguito la lettera indirizzata al sindaco:
“Signor Sindaco “C’è un tempo per parlare e un tempo per ascoltare”.questo era un tempo per ascoltare, ascoltare i cittadini, unire la città e affrontare insieme la problematica sulla sicurezza.

Ci aspettavamo dichiarazioni diverse, sappiamo che sulla sicurezza i sindaci hanno dei limiti, ci aspettavamo proposte per coinvolgere le Associazioni del Quartiere, i commercianti e i cittadini, affinchè possano diventare primi attori del territorio e “collaboratori” con le loro segnalazioni e fiancheggiatori del lavoro dell’amministrazione e delle autorità preposte alla vigilanza. Ci aspettavamo assemblee pubbliche “sul controllo del vicinato” come quelle organizzate nel comune di Nereto.
Se ci avesse coinvolto, le avremmo detto che nessuno vuole amplificare lo stato del degrado in cui versa il Quartiere, le foto che girano sui social sono veramente niente al confronto della realtà.
Chieda “se i problemi sono amplificati” ai genitori che sono costretti ad accompagnare i propri figli direttamente sul binario per evitare le continue minacce di tossicodipendenti e spacciatori che albergano continuamente nella stazione , ragazzi che quando scendono dal treno sono minacciati, se non disposti a elargire una sigaretta o una richiesta di denaro.

Alba Nord sta diventando un nuovo simbolo di una città in decadenza, i residenti ormai stanchi ma non tutti rassegnati e reclamano a voce alta il diritto a vivere il questa zona, e chiedono di smettere con il disserbo di facciata e soprattutto di “nascondere la polvere sotto il tappeto” e noi a voce Alta ci associamo al malumore dei cittadini, sperando di avere risposte non con la solita intervista o con il solito articoletto tampone, ma avendo la compiacenza di un colloquio diretto con chi vive in “barricata” per avere risposte celeri e atti concreti.

Da giorni c’e’ una maggiore vigilanza con una pattuglia fissa davanti alla stazione
Se questo e’ il risultato, se oggi c’è una maggiore sorveglianza, ringraziamo quei “detrattori” che postano foto del degrado sui social.

Senza con questo voler fare facile demagogia, anche se nei suoi interventi, nelle Sue Stanze e lontano dalla Piazza, non riconosce il nostro impegno attraverso il recupero della stazione Ferroviaria e l’apertura dell’Ostello, sforzi tesi al tentativo di una riqualificazione urbana del quartiere, la Pro Loco città di Alba Adriatica vuole richiamare i cittadini e tutti quanti sono istituzionalmente investiti della tutela dell’ordine pubblico a moltiplicare i propri sforzi nel tentativo di riportare nel nostro paese ordine e legalità; in particolare a Forze dell’Ordine ed Amministrazioni Locali si chiede di affrontare il tema della sicurezza con determinazione dando priorità al problema del degrado urbano e sociale di alcuni ben precisi settori del nostro territorio e che la sicurezza urbana rientra tra i diritti fondamentali di ogni cittadino e chi amministra la città deve difendere e proteggere i propri residenti.
La credibilità delle istituzioni passa attraverso la garanzia di città vivibile e sicura.

Aspettiamo, come risposta immediata , la Convocazione di un’Assemblea pubblica davanti alla Stazione Ferroviaria”.

 

424 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *