Dom. Set 15th, 2019

Caccia, Pepe: “Nel 2017 risultati molto positivi dall’attività di controllo del cinghiale”

Investimenti Val Vibrata in 40 mesi di governo: il bilancio dell'assessore Pepe

Aumento del 83% dei capi abbattuti e riduzione di danni all’agricoltura ed incidenti stradali. In corso di pagamento i rimborsi per i danni da fauna selvatica relativi al 2017

TERAMO “Le attività di controllo sulla specie cinghiale stanno ottenendo risultati molto positivi in Abruzzo”. Ha esordito così l’Assessore Regionale alla Caccia Dino Pepe rendendo noti i risultati degli interventi attuati nell’annualità 2017.“Il numero di cinghiali abbattuti grazie alle attività di controllo in un anno – ha spiegato l’Assessore – è stato pari a 2.211 unità, facendo segnare un significativo incremento (+83%) rispetto al 2016.”

Complessivamente, includendo nel conteggio anche i periodi in cui si svolge normale attività venatoria sono stati abbattuti circa 10.000 capi in tutta la regione.

Va sottolineato che gli abbattimenti “in controllo” sono stati effettuati direttamente nel momento in cui i cinghiali causavano danni alle colture, durante i periodi dell’attività agricola, riducendo di molto l’impatto sulle colture e sulle produzioni agricole.

Dai dati elencati dall’Assessore si evidenzia come, all’aumento dei capi abbattuti, corrisponda una riduzione del numero di eventi dannosi che sono passati da 1.138 (2016) a 932 (2017) con una flessione rispetto all’anno precedente (-18%). Quest’ultimo dato è perfettamente in linea con la Delibera di Giunta Regionale 224/2017 che ipotizzava una riduzione del danno del 15-20% per i primi anni di applicazione (2017 e 2018). L’obiettivo nel triennio è raggiungere una riduzione del 50% dei danni causati dai cinghiali.

Grazie alle attività di controllo si è registrata una drastica riduzione degli incidenti stradali provocati dal cinghiale che sono passati da n. 103 nel 2016 a 60 nel 2017 con una flessione del -42%.

Va ricordato che quest’anno, – ha sottolineato Pepe – per la prima volta, la gestione dei rimborsi per i danni da fauna è stata gestita dalla Regione Abruzzo. L’ente ha uniformato i criteri di assegnazione per tutte le province abruzzesi innalzando l’importo medio del rimborsi del 18%.

Sono già in corso di pagamento i rimborsi per i danni da fauna selvatica relativi al 2017, per un totale di 758.000 euro.

Intendo al riguardo esprimere un sentito ringraziamento – ha concluso l’Assessore – a tutti gli attori di questo nuovo modello di gestione, dalle Provincia agli ATC, sino ai cacciatori che hanno dimostrato saggezza e spirito collaborativo. Adesso inizia  una nuova fase con l’obiettivo di  realizzare  una vera e propria filiera virtuosa capace di trasformare la problematica in risorsa.

 

 

435 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *