Gio. Ago 22nd, 2019

Ancarano, sindaco consegna targa di  onorificenza ad Alfredo Antonini

Targa di  onorificenza quale “Ambasciatore delle Scienze Forensi” all’Avv. Alfredo Antonini, ha  origini ancaranesi ed è ancora proprietario di un’abitazione nel pieno  centro storico

 

ANCARANO In occasione della festa di S. Simplicio, Patrono di Ancarano, il  Sindaco e l’amministrazione comunale consegnano la prestigiosa targa di  onorificenza quale “Ambasciatore delle Scienze Forensi” all’Avv. Alfredo Antonini, già Prorettore vicario dell’Università di Udine, Professore  ordinario nello stesso ateneo e Presidente e componente del consiglio di  amministrazione di enti e società di rilevanza nazionale e regionale.

Autore di oltre centocinquanta pubblicazioni scientifiche, l’Avvocato  Antonini, pur esercitando le sue autorevoli attività in Friuli, ha  origini ancaranesi ed è ancora proprietario di un’abitazione nel pieno  centro storico di Ancarano.

“L’elevato spessore culturale del Professore”, dichiara il Sindaco  Pietrangelo Panichi, “ha un grande valore per noi tanto che abbiamo  deciso di ricompensare la benemerenza acquisita nel campo del diritto e  delle scienze giuridiche per esprimere la nostra vicinanza a chi si  distingue per significativi meriti e resta comunque legato  al nostro  territorio con acume e dedizione” “E’ premura dell’amministrazione  comunale che rappresento” – prosegue Panichi – “dare spazio alle storie  di vita eccezionali che fondono il sapere all’attaccamento al nostro
patrimonio territoriale perché si dia costantemente promozione allo  stesso e alla nostra comunità”.
La giunta comunale ha unanimemente deliberato il conferimento  dell’onorificenza all’Avvocato Antonini, il quale si è mostrato  lusingato e lieto, nonché non poco emozionato, del rilevante  riconoscimento  ottenuto. “Mio nonno magistrato, Alfredo come me”,  manifesta il Professore, “si trasferì a Trieste nel 1929 e da allora la  mia famiglia è insediata in quella città”. “Sento fortemente le mie  radici di Ancarano, ove tornavo con mio padre Vincenzo e ove torno  volentieri ancora, con mio figlio Vincenzo che si chiama così anche lui,  nonché insieme a molti amici cari che apprezzano queste terre”. “Sarà  per me un onore e un piacere” – conclude l’Avvocato – “portare il  messaggio e il nome di Ancarano nei molti luoghi che frequento per  ragioni professionali.”

245 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *