Dom. Giu 16th, 2019

Alberto Fortis inizia il suo tour nella tappa neretese del Festival

Alberto Fortis fa iniziare il suo tour a Nereto grazie al Montepulciano d’Abruzzo blues festival che ha avuto l’intuizione di portare sul palco il cantante di Domodossola.

La classe dell’artista c’è e si vede già durante il sound check.

Fortis mette in scena la magia della musica dal vivo e l’attenzione messa nella ricerca dell’armonia dei suoni diventa parte fondamentale dell’esigenza comunicativa dell’artista. In un equilibrio mai spezzato ha intrecciato note blues  e immagini fondendole in uno spettacolo coinvolgente in cui la musica diventa anche motivo di riflessione su temi importanti.

La continua ricerca personale e la collaborazione con la FH47Band (Fortis Heaven 47 Band) hanno creato una performance piena di energia in cui ogni canzone è un capitolo del progetto musicale del nuovo tour.

Le canzoni della raccolta Annapolis sono le protagoniste del concerto e Alberto Fortis passa dal piano alla chitarra fino all’armonica,  in un succedersi incalzante di suoni, voci e immagini fatte di ricordi di viaggio, passioni e riflessioni. La rivisitazione di alcuni suoi classici come il Duomo di notte, La sedia di lillà, Settembre, Milano & Vincenzo hanno trascinato appassionati e non. Durante il nostro incontro mi parla del suo impegno sociale che l’ha portato a essere testimonial nazionale Aism e dei City Angels e ambasciatore Unicef per bambini nativi americani. Dal palco, durante la serata, cita persone straordinarie – Gesù, Gandhi, Martin Luther King, i fratelli Kennedy, Lennon, Falcone e Borsellino – figure che definisce “fiori che non hanno mai chiesto niente a nessuno, non mercenari!”. L’uomo nella sua versione migliore annientato da un alter ego distruttivo, si affronta il tema della lotta tra bene e male, uno dei più cari ad Alberto Fortis.

Ai ragazzi che vogliono intraprendere la carriera musicale, raccomanda determinazione. Se davvero la passione per la musica è tutto, non ci si arrende mai, neanche di fronte all’ennesima porta sbattuta in faccia. Ammette che dai suoi inizi le cose sono molto cambiate, i talent show e internet hanno modificato molto le dinamiche dell’ambiente musicale ma stasera ha dimostrato, ancora una volta, che talento, professionalità e continua ricerca sono ancora gli unici elementi necessari per conquistare il pubblico.

880 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *