Alberto Di Fabio presenta il suo primo libro “Nei cieli della mente”

ROMA Lunedì 3 aprile, alle ore 17.00, in occasione dell’Esposizione Triennale di Arti Visive di Roma, nella Sala Verdi del Complesso del Vittoriano (Ala Brasini), verrà presentato il libro “Nei cieli della mente” di Alberto Di Fabio, con testo a cura di Mattia Andrès Lombardo (Di Felice Edizioni, 2016). Si tratta del primo racconto scritto dall’artista uscito per la collana d’arte Fili d’erba diretta dal critico Alessandra Angelucci per la Di Felice Edizioni. Una collana che pone particolare attenzione a quell’aspetto che spesso, nel mondo dell’arte, passa in secondo piano rispetto all’opera d’arte stessa: la voce di chi crea, di chi in un gesto ha immortalato un’esistenza.

All’incontro interverranno, insieme ad Alberto Di Fabio, il curatore Mattia Andrès Lombardo, il professor Claudio Strinati e il direttore di collana Alessandra Angelucci. Un momento di confronto con l’artista per conoscere la sua poetica attraverso la parola, in un’atmosfera intima e particolare come quella del suo personale Studio d’Arte di Roma. Un racconto, quello di Alberto Di Fabio, suddiviso in quattro capitoli (Corpo astrale, La montagna, Cristallo di terra, Vortici di memoria, L’isola), in cui egli dà voce al suo sentire immerso in un’aura di sogno.

«Mi piace pensare ad Alberto Di Fabio – scrive Alessandra Angelucci nella prefazione – come ad un musicista, un occhio dello spirito sempre in ascolto, pronto a tradurre sulla tela le cromie dei suoi paesaggi della mente: le montagne, le rocce, il cielo, l’orizzonte, il mare come segni di un dio presente e misterioso. I suoi paesaggi sono veri geroglifici di una corteccia visiva in cui l’osservatore può riconoscere il mistero del Cosmo, i cortocircuiti delle sinapsi, la consistenza eterea di una natura che l’artista vive come luogo sacro. Potremmo considerare le sue opere come pagine di un immenso libro dell’aria, vere sinfonie in cui la levità del segno traduce la musica che genera l’universo, in quella leggera danza in cui suoni e colori si muovono su binari simili e paralleli.»

 

1,007 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *