Lun. Ott 14th, 2019

Agricoltura: attivato il centro di emergenza zootecnica e sanitaria

Caccia, Pepe:“Nel 2017 risultati positivi dall’attività di controllo cinghiale”

pepelolliE’ stato immediatamente attivato un Centro di  Emergenza Zootecnica e Sanitaria in occasione di una importante riunione avutasi a Teramo, presso la sede del  Parco della Scienza (sede del Centro Coordinamento Soccorsi), alla presenza delle più importanti figure interessate alla vicenda : Prefettura, Istituto Zooprofilattico, ASL, Università, , Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare Carabinieri, NAS, Ordini dei Medici Veterinari della Regione Abruzzo, ENPA, GADIT e Consorzi di Bonifica.

“Abbiamo cercato di mettere insieme tutti i Soggetti che possono intervenire concretamente in questa fase per competenze ed esperienze  – osserva l’Assessore alle politiche agricole, Dino Pepe – per meglio gestire l’emergenza zootecnica e sanitaria conseguente agli eventi sismici e metereologici occorsi su tutto il territorio della Regione Abruzzo a partire dal 17 Gennaio 2017.”

La funzione di “prima ricognizione” viene svolta dall’IZSAM “G. Caporale” che si è messo da subito a disposizione con la propria struttura per istituire a Teramo in via Campo Boario, sede dell’IZSAM, il Centro di Emergenza Zootecnica e Sanitaria nel quale è già attivo un Help desk numero verde (tutti i giorni incluso i festivi dalle 8:00 alle 20:00 da telefono fisso 800082280 – da telefono cellulare 0861 332500) ed email dedicata iuvene@izs.it. L’IZSAM ha il compito di raccogliere, in questa prima fase,  tutte le segnalazioni di problematiche relative alla gestione zootecnica e sanitaria degli allevamenti nonché segnalazioni di danni alle strutture di ricovero degli animali e di comunicarle ai soggetti, competenti per territorio, per l’immediata attivazione e risoluzione delle problematiche prospettate, ove possibile.

Il lavoro di ricognizione dei danni subiti dalla zootecnia – aggiunge l’assessore Pepe – è in corso nonostante gli enormi disagi causati dalle persistenti difficoltà di comunicazioni telefoniche e stradali. Come primo provvedimento abbiamo deciso di derogare alle stringenti tempistiche per la segnalazione alla Regione Abruzzo dei danni da evento atmosferico eccezionale, ex D.Lgs. 102/2004, prorogando il termine al 28 febbraio 2017.

Rivolgo un appello accorato, continua Pepe, a tutti gli allevatori che hanno capienza nelle stalle e che possono ospitare gli animali di chi ha subito danni o addirittura crolli e ai trasportatori che possono consentire i trasferimenti”. “Adotta una stalla crollata” è il nome dato all’iniziativa proposta, “un vero e proprio patto etico di solidarietà”, ha aggiunto Pepe. Dopo l’attivazione del Centro di  Emergenza Zootecnica e Sanitaria, si porta a compimento anche un’altra iniziativa che prevede l’individuazione di un centro di stoccaggio delle granaglie e dei fieni. L’obiettivo è quello di creare uno spazio nel quale ammassare le donazioni a beneficio degli allevatori rimasti senza scorte di alimenti per gli animali. La struttura individuata è la sede della Protezione Civile Volontari sita a Teramo in via Gammarana, 8 (ex stabilimento Villeroy & Bosh). Il centro favorirà una più razionale distribuzione degli alimenti necessari in tutte le aree in emergenza e i lavori di coordinamento fanno capo al responsabile, Mauro D’Ubaldo, presidente della CIVES Protezione Civile, reperibile al numero 347.3357804. “Cerchiamo di lavorare concretamente poiché la situazione è davvero drammatica”.

420 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi e seguici anche su :
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *